4 ERRORI DA EVITARE NEL TUO TRASLOCO A MILANO

Traslocare nella città di Milano può essere insidioso se non si ha esperienza: l’aumento dei costi è dietro l’angolo quando non ci si organizza come si deve. Proviamo insieme ad evitare i 4 errori più comuni grazie ai consigli di SKTraslochi.

Nella città di Milano traslochi e trasporti sono all’ordine del giorno: famiglie, studenti, professionisti, aziende, tutti sembrano aver bisogno di cambiar sede in base alle proprie esigenze personali e lavorative.

Purtroppo la nostra lunga presenza nel settore ci insegna che molte persone non hanno idea di come organizzare in concreto un trasloco. Richiedere un preventivo di spesa per conoscere i costi è molto semplice: basta riempire un modulo online o fare una telefonata.

Il vero problema sta nel fatto che, in fase di definizione del preventivo, ci si dimentica di fornire all’azienda di traslochi delle informazioni essenziali che, una volta arrivato il fatidico giorno, possono andare ad influire (e non di poco!) sulle operazioni di scarico e trasporto, risultando spesso in un aumento dei costi finali.

Come ovviare a questo inconveniente?

Provate a dare un’occhiata agli errori principali di chi ci chiede un preventivo su SKtraslochi.it

 

Non calcolare con precisione quanto bisogna trasportare

Quando si decide di traslocare, A Milano o in qualsiasi altra città, è importantissimo fare un elenco esatto di quello che si vuole trasportare.

Decidi subito se lasciare la cucina o il divano, o se vuoi portare tutto. Aggiungere qualche pezzo d’arredo importante alla fine farà inevitabilmente alzare i costi, perché gli operatori avranno più lavoro da fare nell’imballare e scaricare.

Lo stesso discorso vale per gli scatoloni: 1 o 2 scatole in più non faranno differenza; ma se aggiungi 15/20 scatole sarà necessario un riaggiustamento del prezzo.

Quando non si è sicuri, la scelta migliore è farlo presente al responsabile dei preventivi, che vi aiuterà a stimare con precisione le quantità, tramite domande specifiche o eventualmente un sopralluogo.

 

 

Non tenere in considerazione Area C e ZTL

A Milano ormai da parecchi anni sono attivi sistemi di controllo elettronico per i veicoli che transitano in alcune aree, sopratutto in quelle storiche del centro. Prima di traslocare è quindi utile informarsi se l’indirizzo di arrivo si trova in una di queste zone.

Non indicare con esattezza alla ditta di traslochi gli indirizzi, con i relativi numeri civici, può essere controproducente, perché un ingresso non programmato in area C dei mezzi di trasloco influirà sul prezzo finale.

 

Usare scatole di recupero

Alcuni lo consigliano per risparmiare, ma sinceramente noi di SKTraslochi abbiamo avuto qualche esperienza disastrosa con le scatole di recupero!

Il problema è che questi scatoloni sono già stati “strapazzati” e caricati a dovere in passato, perciò potrebbero non reggere per tutta la durata del trasloco. Ci sono poi scatole che sono adibite solo a trasporti leggeri, perché prodotte con cartone non rinforzato. Il rischio di sfondamento non è da sottovalutare, soprattutto per i beni più pesanti.

In quel caso gli operatori sono costretti a trasferire tutto in scatole nuove, perdendo più tempo, con il rischio di veder danneggiato qualche oggetto.

 

Iniziare all’ultimo momento

Non ci stancheremo mai di ripeterlo: pianificare e organizzare sono le parole d’ordine di un trasloco! Richiedere la disponibilità due/tre giorni prima della data stabilita, per quanto il trasloco possa essere piccolo, porterà i prezzi ad aumentare per via della brevità del preavviso.

Se il trasloco è più consistente, inoltre, ci vorrà del tempo per imballare, inscatolare e organizzare il tutto. Non correte il rischio di dimenticare qualcosa per via della fretta!

 

Trovare tariffe convenienti per il proprio trasloco a Milano è sicuramente possibile, basta informarsi e prevedere al meglio i servizi di cui si ha bisogno, con l’aiuto di una ditta di traslochi low cost affidabile.