TRASLOCHI INTERNAZIONALI: COME ORGANIZZARLI NEI DETTAGLI

 

Il momento del trasloco arriva almeno una volta nella vita di ognuno. Si tratta di un momento di stress e agitazione e richiede molto tempo ed energie. Tutto questo è amplificato nel caso di un trasloco internazionale: all’entusiasmo di un nuovo capitolo della propria vita si aggiunge lo stress di dover organizzare il trasloco lontano dal paese di origine. Nonostante l’entusiasmo e l’emozione per una nuova avventura che inizia, è fondamentale organizzare il trasloco in maniera precisa e puntuale, senza lasciare nessun dettaglio al caso. Ecco qualche suggerimento su come prepararsi nel migliore dei modi ad un trasloco internazionale.

Traslochi Internazionali, tutte le caratteristiche

Al contrario di un semplice trasloco, un trasloco internazionale richiede una precisa organizzazione. Trasferirsi in un altro paese richiede una pianificazione attenta che comprende alcuni fattori da considerare prima di intraprendere un trasloco internazionale:

 

  • Trasporto: la modalità di trasporto è una variabile da considerare per un trasloco internazionale verso città europee: il mezzo utilizzato per il trasposto degli oggetti e dei mobili è solitamente un tir che impiega, a seconda della città che deve raggiungere mediamente dai due ai dieci giorni. Un’altra opzione è il trasporto via nave, questo è consigliato soprattutto se la tua destinazione è una città portuale oppure è possibile anche utilizzare il trasporto aereo;
  • Documenti necessari: per effettuare un trasloco internazionale è obbligatorio compilare la distinta di carico, un documento che accompagna la spedizione in cui inserire una descrizione degli articoli e una valutazione del loro costo di sostituzione. In qualsiasi paese si scelga di trasferirsi è necessario fornire una copia del documento d’identità o del passaporto e in genere un modulo per i neo-arrivati;
  • Calcolare il prezzo del trasloco: durante questa fase è importante considerare numerose variabili che influiranno sulla spesa totale: la distanza tra punto di partenza e arrivo, le modalità di trasporto, il volume degli oggetti e mobili da trasportare, eventuali servizi extra come montaggio mobili e l’uso di mezzi speciali, come scale o piattaforme;
  • Organizzare il trasloco in anticipo: se possibile, è consigliato iniziare a pianificare il trasloco con almeno quattro mesi di anticipo. In questo modo, avrai modo di organizzare ogni dettaglio del trasloco e effettuare tutte le pratiche necessarie per il trasferimento internazionale.

Come organizzare un trasloco internazionale

Per organizzare nel migliore dei modi un trasloco, soprattutto in casi di traslochi internazionali è preferibile evitare il fai da te e affidarsi a ditte specializzate che sono in grado di occuparsi nel modo più corretto di tutti gli step da effettuare durante il trasferimento all’estero. Infatti, come analizzato in precedenza sono numerosi i fattori da considerare e i documenti necessari per effettuare un trasloco internazionale. Una ditta specializzata in traslochi sarà in grado di occuparsi del trasferimento seguendo tutti gli aspetti di un trasloco internazionale, dall’imballaggio alla burocrazia doganale, fino al trasporto nel paese di arrivo.

Infine, contribuirà ad affrontare il trasloco come meno stress e preoccupazione.

Vuoi organizzare un trasloco internazionale? Restiamo in contatto

Se sei alla ricerca di una ditta specializzate SK Traslochi fa al caso tuo. Ditta specializzata in traslochi internazionali a Milano, grazie al suo team di esperti sarà in grado di guidarti durante tutte le fasi del trasloco internazionale: imballaggio e trasferimento di arredi, scatoloni e effetti personali, aiutandoti a preparare i documenti di viaggio necessari all’attraversamento delle dogane senza rischi.