IMBIANCARE: COME SISTEMARE CASA DOPO IL TRASLOCO

 

Se credi che il trasloco si concluda nel momento nel quale hai svuotato l’ultimo scatolone sei lontano dalla realtà dei fatti. Infatti, organizzare un trasferimento – sia all’interno della stessa città che extraurbano – comprende non solo una lunga fase di preparazione, ma anche una di sistemazione.

Infatti, può accadere che, a seguito del trasferimento, sia necessario imbiancare il vecchio appartamento per renderlo fruibile a nuovi inquilini. Vediamo quindi quando e come è necessario rinnovare il colore di un appartamento dopo essersi trasferiti.

Cosa fare dopo un trasloco

Appena si è concluso il trasloco bisogna assicurarsi di adempiere a tutti gli obblighi contrattuali e non solo con il precedente proprietario di casa. Tra le clausole più ricorrenti nei contratti d’affitto c’è la richiesta di provvedere alla sistemazione di eventuali danni causati a oggetti d’arredamento o elettrodomestici. Sostituire un divano rovinato o un forno a microonde che si è guastato a causa dell’utilizzo frequente è compito del coinquilino, purché possa essere documentabile che sia proprio lui la causa del guasto.

 

Imbiancare casa dopo un trasloco

Molti contratti di affitto prevedono una caparra per la tinteggiatura dell’appartamento dopo che è stato lasciato: tuttavia, accade spesso che gli inquilini che hanno cambiato casa decidano di farsi personalmente carico del servizio, ad un costo inferiore della caparra. Quest’ultima infatti, qualora non sia ritenuto necessario imbiancare, viene restituita a chi la ha precedentemente versata.

Del resto, imbiancare un appartamento non è un’attività particolarmente dispendiosa, ma – al tempo stesso – è fondamentale affidarsi a professionisti per ottenere un lavoro ben svolto. Infatti, molto spesso, si rende necessario eseguire più “mani di colore” in giornate differenti: ecco quindi che per l’ex inquilino potrebbe diventare complicato potersi recare per più giorni nella precedente abitazione, soprattutto se ha cambiato città di residenza.

 

Imbiancare dopo un trasloco, i vantaggi di delegare

Delegare a terzi l’imbiancatura dell’appartamento comporta numerosi vantaggi; i più importanti di questi sono:

  • Non perdere tempo: come anticipato, imbiancare un appartamento può richiedere più giorni a causa della necessità di attendere che la mano precedente di colore si asciughi prima di procedere con la successiva. Per questo è importante rivolgersi a professionisti di questo settore, che sappiano individuare il momento giusto per eseguire entrambe le attività;
  • Professionalità ed esperienza: sebbene tinteggiare possa sembrare un lavoro da principianti, tuttavia è molto facile commettere errori. Aloni, zone di colore troppo spesse e macchie sono solo alcuni dei “danni” nei quali si può incorrere quando si decide di imbiancare autonomamente un appartamento. Al contrario un’azienda esperta in questo ambito saprà eseguire il lavoro con gli strumenti e le tecniche più adatte;
  • Tempismo e tempestività: ultimo aspetto ma non meno importante è il tempismo. Immagina di esserti appena trasferito, a ridosso della scadenza del contratto d’affitto della tua precedente casa: ora, nel mezzo degli scatoloni, dovresti preoccuparti di tinteggiare il tuo vecchio appartamento. Non credi che delegare ad un’azienda sia la soluzione migliore? Infatti, potranno intervenire non appena la casa sarà agibile e completare quanto richiesto nel minor tempo possibile.

 

Traslocare e imbiancare a Milano? Ci pensiamo noi!

Se sei alla ricerca di un’azienda che si occupi non solo di accompagnarti durante il tuo trasloco, ma che si faccia carico anche di imbiancare il tuo vecchio appartamento, siamo la soluzione adatta alle tue necessità. Contattaci per un preventivo gratuito!