COSE DA FARE PRIMA DI TRASLOCARE A MILANO

I giorni e le settimane precedenti ad un trasloco sono spesso frenetiche e movimentate: dividere, inscatolare, eliminare… Ma nel trambusto a volte si dimenticano alcuni passaggi fondamentali del passaggio alla nuova abitazione.

Controlla la check list di SK Traslochi per avere le idee chiare sul da farsi prima e dopo il tuo trasloco a Milano.

 

PRIMA DEL TRASLOCO:

  • Assicurarsi di avere materiali da imballaggio a sufficienza
  • Contattare le società di distribuzione di gas ed energia elettrica per la cessazione dei contratti nel vecchio appartamento.
  • Non dimenticare la società telefonica e di servizi Internet!
  • Stipulare un nuovo contratto per gas ed energia elettrica, informandosi in anticipo sui codici POD e PDR dei nuovi contatori
  • Se si hanno figli che frequentano la scuola, richiedere il nulla osta per il trasferimento nella scuola del nuovo quartiere
  • Se si abita in condomini che hanno un cortile, richiedere il permesso di accesso per i mezzi di trasloco: questo renderà molto più semplici tutte le operazioni di carico e scarico
  • Avvertire il custode/portiere del giorno in cui verrà eseguito il trasloco
  • Eliminare oggetti rotti o superflui per evitarne il trasporto nella nuova casa
  • Informarsi sui servizi di prima necessità (negozio di alimentari, farmacia, mezzi pubblici, ecc.) presenti nel nuovo quartiere

 

Finalmente le operazioni di trasloco sono terminate! Forse la prima sera non avrai voglia di cucinare, allora informati su qualche take-away o gastronomia che consegna a domicilio nella tua zona. A Milano ne troverai tantissimi, per tutti i gusti!

Puoi iniziare a svuotare le scatole più importanti, tirare fuori i vestiti e il necessario da bagno per cambiarti, e magari le lenzuola per dormire la prima notte.

Ora che il peggio è passato, ecco una lista di altre cose che potresti aver bisogno di fare.

 

Missione trasloco completata!

 

DOPO IL TRASLOCO:

  • Assicurarsi che le nuove forniture di gas ed elettricità funzionino
  • Configurare pc, telefoni ed altri dispositivi per la nuova connessione Internet
  • Comunicare eventualmente all’Amministratore di condominio il proprio ingresso e il numero dei componenti della famiglia per il conteggio corretto delle spese condominiali
  • Recarsi all’Ufficio Anagrafe di Zona e comunicare il proprio cambio di residenza. Nelle settimane successive potresti ricevere la visita di un funzionario che verificherà il trasferimento dichiarato.
  • Se necessario, recarsi all’Ufficio Sanitario di Zona per cambiare il medico di base
  • Comunicare il cambio di indirizzo alle società di cui si è clienti: banca, posta, consegne a domicilio, ecc.
  • Verificare le disposizioni di quartiere per lo smaltimento corretto dei rifiuti: in particolare, quali sono i metodi di raccolta e i giorni in cui avviene
  • Se non si dispone di un box privato, è necessario informarsi su quali siano le zone di parcheggio riservate ai residenti, e quando viene eseguita la pulizia stradale per evitare sanzioni

 

Traslocare può sembrare davvero un’impresa epica! Per questo pianificare e dividere il tutto in tanti passaggi più semplici diventa una strategia vincente.

L’aiuto di un partner affidabile, come una ditta di traslochi con anni di esperienza alle spalle, può sicuramente renderti la vita più semplice lasciandoti più tempo per il resto.

Se hai bisogno di consigli personalizzati, o ti interessa un preventivo gratuito, puoi contattare SK Traslochi qui.