3 TRUCCHI PER RISPARMIARE SUL TRASLOCO

 

Cambiare casa vuol dire, in certo senso, cambiare vita e il cambiamento non è affrontato da tutti con entusiasmo per quanto inevitabile. Per fortuna, quando si tratta di cambiare la casa, ci sono aspetti che puoi controllare e, uno di questi, è il costo del trasloco.

 

 

Come risparmiare sul trasloco?

Se stai per traslocare, sicuramente ti sei già reso conto del fatto che è un processo molto stressante: “Come faccio?”, “Da cosa comincio?”. Come se lo stress che stai vivendo non bastasse, ne deve soffrire pure il tuo portafoglio… ma non disperare! Fai un respiro profondo e segui questi tre consigli per ridurre il costo del tuo trasloco.

 

L’importanza dell’organizzazione

La cosa più importante da fare prima di cominciare il trasloco è prendere carta e penna – oppure il tuo smartphone – e suddividere il processo in diverse fasi. Questo ti permetterà di avere un quadro generale più chiaro della situazione: potrai valutare, ad esempio, quali attività sarai in grado di gestirti da solo – oppure con l’aiuto di amici e parenti – e quali invece dovrai delegare a dei professionisti. Dopo aver individuato i punti che richiedono una spesa, potrai valutare diverse alternative, informarti sui prezzi e fare le scelte più vantaggiosa per te.

 

Imballaggio

Se hai seguito il primo consiglio, ti starai già chiedendo su quale sito online ordinare gli scatoloni o l’imballaggio in generale. E se ti dicessimo che non hai nessun bisogno di comprarli, ma puoi procurarteli gratuitamente?

 

Basta andare al supermercato – oppure al centro commerciale – più vicino e chiedere il permesso di prendere le scatole che sono destinate ad essere buttate. Ti consigliamo di scegliere scatole non troppo grandi, ricordati che poi toccherà a te – oppure alle persone a te care – trasportarle. I vecchi giornali possono essere utilizzati per imballare oggetti fragili come piatti, bicchieri, vasi ecc, basta evitare di adoperarli per imballare oggetti che corrono il rischio di macchiarsi con l’inchiostro. La biancheria da letto e gli asciugamani, invece, possono essere un ottimo imballaggio per oggetti più grossi.

 

Logistica e tempistiche

Il costo più grande che ti ritroverai davanti durante il trasloco è sicuramente rappresentato dal trasporto di tutti i mobili e gli scatoloni verso la tua nuova casa. Che opzioni hai?

 

Le possibilità sono due: rivolgerti ad una ditta di traslochi oppure noleggiare un furgone. Quest’ultima opzione ha il vantaggio di essere quella più economica, però, chiaramente, richiede una fatica maggiore da parte tua e di chi ti aiuterà durante il trasloco.

Affidarsi ad una ditta di traslochi, invece, è un’opzione molto comoda e, di conseguenza, anche più costosa. Se però pensi di non potertela proprio cavare da solo, puoi cercare di risparmiare in altri modi.

Prima di tutto, informarsi è fondamentale per avere un’idea più chiara dei costi. Potresti cominciare con il confrontare le varie offerte di diverse ditte, facendo i preventivi gratuiti che la maggior parte di esse offrono, sia online che telefonicamente. Dopo aver individuato l’offerta più conveniente, non dimenticarti di chiarire ogni dettaglio riguardante i servizi di cui hai bisogno, in questo modo eviterai di ritrovarti a dover pagare costi extra a lavoro concluso.

 

 

Qualsiasi sia la tua scelta, in entrambi i casi, il prezzo è influenzato non poco dal periodo in cui decidi di traslocare. Il periodo che va da giugno ad ottobre è il lasso di tempo in cui avviene il più alto numero di traslochi, di conseguenza, è anche quello più costoso. Durante la bassa stagione, invece, le ditte offrono prezzi ridotti. Il prezzo varia anche in relazione ai giorni della settimana in cui decidi di fare il trasloco: si risparmia traslocando durante i giorni lavorativi.